Loading

Sono Paola, questa è la mia storia, la storia di Borgo Ritella e la storia di una famiglia, una famiglia come tante altre... vorrei iniziare così perché per mesi mi sono sentita un cantiere, mi sono rispecchiata passo dopo passo in una struttura che nasce, cresce e prende vita. La vita, quella strana mescolanza tra paura e resistenza, stupore e terrore.

Fiorire non significa non avere punti deboli ma conoscersi e non censurarsi. Questo è quello che vorrei riusciste a trovare in questo posto... voi stessi, dialogare con il vostro io più puro, toccare con mano la vita vera. Occorre scolpire la propria statua: lavorare su di sé, scalpellando via tutto ciò che di falso o inutile ci sta attaccato, e liberare, alla fine, quel che noi siamo, nella saldezza imperturbabile della magnificenza dell’esistere.

L’interruzione è stata per me, un nuovo cammino, la paura una scala, il mio sogno un ponte di incontro con voi.

Non occorre la perfezione, sono le incrinature che vogliamo rendere invisibili a renderci speciali. Vorrei che in questo posto riscoprisse la meraviglia di essere esattamente voi stessi.

Check-In

Check-Out

Adulti

01
  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
Top